martedì 15 dicembre 2009

Barricate a Copenhagen



Un altro mondo di libertà, uguaglianza sociale e partecipazione non solo è possibile, ma diviene sempre più necessario.




Christiania, nota anche come Città Libera di Christiania, è un quartiere parzialmente autogovernato della città di Copenaghen, Danimarca, che ha stabilito uno status semi-legale come comunità indipendente.Venne fondata nel 1971, quando un gruppo di hippie occupò un'area costituita da edifici militari abbandonati. Una delle persone più influenti del gruppo era Jacob Ludvigsen, che pubblicava un giornale anarchico, che annunciò ampiamente la proclamazione della Città Libera. Per anni lo status legale della zona è rimasto avvolto nel limbo, mentre il governo danese tentò, senza successo, di rimuovere gli occupanti.Più di una cinquantina di collettivi diversi esercitano attività artigianali, culturali, teatrali ecc. Christiania ha il suo asilo, la panetteria, la sauna, la fabbrica di biciclette, la tipografia, la radio libera, degli atelier di restauro, il cinema, bar, ristoranti, luoghi di spettacolo.

Famosa per la sua via principale, nota come Pusher Street, dove l'hashish veniva venduto da chioschetti permanenti fino al 2004, Christiania ha comunque delle regole che vietano le droghe pesanti. Christiania ha negoziato un accordo con il ministero della difesa danese (che è ancora proprietario del terreno) nel 1995, e i residenti non pagano tasse.


[Video] Conferenza stampa per gli arresti di Christiania
Una assemblea si è svolta presso il Forum Klima a Copenhagen. In cui si chiede la libertà per il popolo detenuto dopo i raid a Copenhagen. Discorso di persone provenienti da Klimaforurm, Via Campesina e Action Climat.




16/12/09 Copenhagen. Reclaim the power. Green Block


La giornate Reclaim the Power, suddivisa in 3 blocchi, il bike block, il green blok e il blue block. Questo filmato documenta il concentramento e l'immediata dispersione del green block. La polizia interviene duramente con qualche centinaio di arresti, ma qualcuno riesce a cavarsela.... "with a little help from my friends".

16.12.2009 Reclaim the power-enter the Bella Center
video
Il 16 dicembre i vari blocchi con diverse strategie cercano di entrare nella zona COP15 in Bella Center . Da diversi punti di partenza dei gruppi tentano di superare i recinti ben protetti per mostrare la loro protesta ai delegati del vertice.La polizia in forza, vale a dire manganelli e spray al pepe, ha fermato il tentativo.
Il vertice ha avuto luogo outsinde il Centro Bella. Successivamente la manifestazione tutta è tornata in città.



Alle ore 12 un corteo di 500 persone (arrivera' fino a 1000) parte da Isrlael plads. Il corteo si muove in direzione del ministero dell'interno, attraversando il centro cittadino a ritmo di samba e avendo una buona visibilita'. A differenza dei giorni precedenti, i manifestanti riescono a tenere le fila del corteo facendo dei cordoni laterali.



Cariche della polizia



PRESENTAZIONE DI MOLTITUDINE INARRESTABILE (Blessed Unrest - Pawl Hawken) SOTTOTITOLI ITALIANO

Pawl Hawken parla del suo ultimo libro Blessed Unrest, (il libro in italiano ha come titolo "Moltitudine Inarrestabile", come il piu' grande Movimento della storia del mondo è nato e perchè nessuno lo ha visto arrivare. Una parte del libro in italiano è ora consultabile su www.moltitudineinarrestabile.it.
Si puo acquistare
qui


Immagini
CJA [1]
Indymedia [1] [2]
Modkraft.dk [1]
Politiken.dk [1] [2]
CNN [1]
JyllandsPosten [1]
BT [1] [2]
Guardian [1]
Flickr [1] [2]
Alexandre Buisse [1]



Video
Indymedia [1] [2] [3] [4]
Democracy Now! [1]
Guardian [1]
Politiken [1]
JyllandsPosten [1] [2] [3]
Graswurzel [1]
People's Assembly speeches and interviews [1] [2]
CJA and CJN! press conference, December 16th [1]
You and I Skills [1]

Links :